La magia del Sud-est Asiatico

Prenota

Bangkok
Chiang Mai
Chiang Rai
Luang Prabang
Angkor
2 settimane
11 ore

Il nostro viaggio

  • Per fare un’escursione al Triangolo d’oro, punto di incontro tra Laos, Thailandia e Birmania, sul fiume Mekong 
  • Per conoscere le tribù delle montagne nel nord della Thailandia: KarenHmongLahuMienAkhaLisu
  • Per visitare Luang Prabang, cittadina dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco
  • Per ammirare la luna che si specchia sulle acque del Mekong nella capitale del Laos 
  • Per conoscere i laotiani, un popolo ospitale e sorridente 
  • Per vedere la più raffinata testimonianza di arte khmer esistente al mondo: il complesso templare di Angkor Wat

Il nostro viaggio inizia in Thailandia, a Bangkok, nota come la “città degli angeli”, una delle più affascinanti metropoli del Sud-est asiatico. La frenesia del traffico sulle autostrade sopraelevate tra i grattacieli ultramoderni e gli immensi centri commerciali contrasta con la calma dei magnifici templi, che rappresentano il segno della tradizione thailandese. A prima vista sembrerebbe soltanto una metropoli moderna, dinamica e cosmopolita, con edifici avveniristici che ospitano hotel lussuosi e sofisticati centri commerciali, ma in realtà Bangkok rivela poco a poco scenari inattesi: antichi templi dorati, che riportano ad immagini pittoresche rimaste invariate nel corso dei secoli, e case simili a capanne.

Lasciamo la metropoli per arrivare a Chiang Mai, una città dalle molte anime: quella turistica, con molte bancarelle; quella notturna, con le luci e la musica dei night bazar; quella semplice, con la cordialità dei thailandesi; e soprattutto quella culturale con i suoi 300 templi, famosi per gli intarsi, le decorazioni e la leggerezza architettonica.

Da Chang Mai ci spostiamo a Chiang Rai, nelle cui vicinanze, tra le colline, vivono le tribù dei Karen, Hmong, Lahu, Mien, Akha, Lisu, un microuniverso con usi e costumi unici e originali. Non può mancare una visita al vicino villaggio Padaung, meglio conosciuto come il villaggio delle “Donne Giraffa”.

Lasciamo la Thailandia per raggiungere il Laos navigando lentamente il fiume Mekong arrivando a Pak Beng e successivamente a Luang Prabang dove una miriade di monasteri e pagode levano al cielo le ardite linee di una raffinata architettura lignea: é uno scenario forse unico al mondo e per preservarlo l’Unesco ha posto Luang Prabang nel World Heritage.

La nostra avventura si conclude in Cambogia per visitirare Angkor, uno dei siti archeologici più importanti del Sud-est asiatico. Nell'area si sviluppò tra il IX e il XIV secolo la dinastia Khmer, ma poi tutte le opere furono abbandonate e inghiottite dalla giungla. Dal XIX secolo fu riscoperta e oggi si estende in un'area di oltre 400 kmq nella quale si trovano numerosi templi, tra cui il famosissimo e meraviglioso Angkor Wat, strutture idrauliche e strade.


Attività

  • Mercato Galleggiante: merita una visita il Damnernsaduak di Bangkok, il più attivo e pittoresco mercato galleggiante della Tailandia dove arrivano, attraverso una miriade di canali che lo collegano, gli abitanti dei villaggi vicini a bordo di piccoli sampan carichi dei loro prodotti 
  • Tour a Dorso di Elefante: godetevi un tour attraverso la giungla di Chiang Mai, con una vista da una posizione particolare 
  • Tribù: da Chiang Rai è possibile organizzare la visita dei piccoli villaggi nei quali risiedono le cosiddette tribù delle colline 
  • Spettacoli di Danza Tradizionale e Scherma Antica: Bangkok offre diversi spettacoli di arti tradizionali, specchio della bellezza e della grazia del Paese 
  • Thai Boxe: a Bangkok è possibile assistere a un match di “muay thai”, sport da combattimento a contatto pieno che ha origine nella Mae Mai Muay Thai, antica tecnica di lotta thailandese
  • Seta: le sete e i cotoni thailandesi sono leggendari e riflettono la ricca diversità della cultura del Paese. La magnifica, iridescente seta thailandese può essere acquistata in numerosi negozi specializzati 
  • Crociera: solcate le acque del fiume Mae Ping, per vivere la magia notturna e romantica di Chiang Mai 
  • Piantagioni: a Chiang Mai e Chiang Rai è possibile la visita di una piantagione di tè e caffè con degustazione 
  • Corso per Mahout: per chi è interessato a tutto ciò che concerne i pachidermi, a Chiang Mai esistono corsi che insegnano il mestiere di “conduttore di elefanti”

Curiosità

  • Quando i thailandesi si incontrano, non si stringono la mano. Il saluto abituale è il Wai, con le mani giunte come per pregare. Per tradizione, più alte vengono tenute le mani, più rispettoso è il saluto.
  • Il nome ufficiale del Laos è Sathalanalat Pasathipatai Pasason Lao 
  • Nei mercati della Cambogia vengono venduti tantissimi orologi. La ragione di questa peculiarità è da ricercare nella storia del Paese. Durante i 3 anni, 8 mesi e 20 giorni del regime di Pol Pot (1975-1979) ai cambogiani venne impedito di sapere che ora fosse e tanto meno di quale giorno o anno si trattasse. A testimonianza di questa tortura psicologica alla quale venne sottoposto l’intero popolo cambogiano, nel Mercato Centrale di Phnom Penh campeggia un orologio fermo alle ore 10 del 17 aprile 1975, giorno in cui Pol Pot prese possesso della città